Conferma dagli USA il peperoncino combatte i tumori

Dagli Stati Uniti un’altra conferma sulle virtù salutistiche del peperoncino. Dopo gli studi e la divulgazione scientifica che da trent’anni impegna l’Accademia italiana del peperoncino sappiamo adesso che la capsaicina, la sostanza che determina la piccantezza, ha la proprietà di rallentare le metastasi nel tumore del polmone.  Dallo studio della Marshall University Joan C. Edwards School of Medicine, presentato al meeting annuale dell’American Society for Investigative Pathology nell’ambito di Experimental Biology 2019, è risultato che la capsaicina può essere utilizzata efficacemente per combattere le metastasi, tipiche del tumore al che spesso colpiscono il cervello, il fegato o le ossa. In esperimenti che hanno coinvolto tre linee di cellule umane in coltura di cancro al polmone non a piccole cellule, i ricercatori hanno osservato che la capsaicina inibiva il primo passo del processo metastatico. Hanno anche scoperto che i topi con cancro metastatico che consumavano la capsaicina hanno mostrato aree più piccole di cellule tumorali metastatiche nel polmone rispetto a quelli che non hanno ricevuto il trattamento. Ulteriori esperimenti hanno rivelato che la capsaicina sopprime le metastasi del cancro del polmone inibendo l’attivazione della proteina Src, che svolge un ruolo nella segnalazione che controlla i processi cellulari come la proliferazione, la differenziazione, la motilità e l’adesione. “Speriamo che un giorno la capsaicina possa essere usata in combinazione con altri chemioterapici per trattare una varietà di tumori polmonari”, evidenzia Jamie Friedman, che ha condotto la ricerca. “Tuttavia – prosegue – l’uso clinico della capsaicina richiede il superamento degli spiacevoli effetti collaterali, tra cui irritazione gastrointestinale, crampi allo stomaco e sensazione di bruciore”.                      I ricercatori stanno lavorando per identificare analoghi della capsaicina meno “pungenti” ma che mantengano la stessa attività anti-tumorale e composti naturali simili, sempre con attività di contrasto al cancro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *