Botanica – Varietà selvatiche

Capsicum rhomboideum Dunal. Un Capsicum diverso

Frutti rotondi, morbidi
e piccanti. Semi
di colore marrone

Le sue caratteristiche vegetative sono molto diverse dagli altri Capsicum, al punto che in passato alcuni ricercatori sostenevano che questa pianta non appartenesse a questa famiglia. Classificato dapprima come Capsicum ciliatum, venne riclassificato Capsicum rhomboideum in seguito alla ricerca di A.T. Hunziker, Barboza e Bianchetti nel 2001. E’ originario del Messico meridionale, del Nord del Perù e del Venezuela. La pianta può raggiungere un’altezza di 2,5 mt, si sviluppa molto rapidamente in altezza con molti rami laterali. Le foglie ovali e pelose, sono di circa 6 cm di lunghezza e 5 cm di larghezza. I fiori di rhomboideum sono molto piccoli e gialli, crescono su steli lunghi. Come il Capsicum lanceolatum i denti del calice sono molto lunghi. I frutti, rotondi, hanno un diametro di 5-6 mm. Sono morbidi e non piccanti. Maturando passano da verde a rosso. Essiccati, hanno un aroma molto particolare, simile al malto. I semi del diametro di 2 mm, sono marroni. I frutti più piccoli ne contengono solo 2, arrivando a contenerne sino a 6, quelli più grandi.

 

Varietà selvatiche