Botanica – Varietà selvatiche

Capsicum praetermissum Heiser e Smith. Dalla giungla del Brasile

Una pianta che
arriva a 6 mt
di altezza in una sola
stagione

Il Capsicum praetermissum è una specie a 24 cromosomi diffusa nel Brasile Sud-Est e Centrale e nel Paraguay. Già conosciuto come Capsicum baccatum var. praetermissum, è stato riclassificato come specie autonoma dal 1983. Ha portamento di alberello molto ramificato. Molti i rami laterali dalla base del fusto e spesso con rami protesi in orizzontale. La chioma può raggiungere un diametro notevole di oltre 2 mt. Cresce fino a 6 mt di altezza in una sola stagione. Il fusto è verde lignificato, i rami sono poco lignificati e internamente cavi. I rami, le parti non lignificate e le foglie sono pubescenti. I fiori, molto belli, sono viola ai bordi con una banda bianca interna e hanno un centro giallo verdastro. Fiori e frutti sono singoli o a coppie per nodo. Il calice presenta 5 denti evidenti. La corolla è rotata, in alcune varietà stellata, di colore viola intenso, con due macchie verde-giallo evidenti alla base del petalo. In alcune varietà la corolla può essere viola chiaro o quasi bianca. I petali, hanno la parte posteriore più chiara con macchie verde-giallo evidenti; la colorazione è più intensa al centro e sono evidenti linee di separazione tra i petali di colore viola più intenso. Le antere sono violacee. Molto prolifico, produce migliaia di frutti ovali che maturando diventano di colore rosso. Hanno portamento eretto, dimensioni di un mirtillo, circa 5-10 mm di lunghezza e 4-5 mm di diametro. La maturazione è lenta, sono decidui e succosi. Ogni frutto contiene 4-5 semi color paglierino. La piccantezza è media.

 

Varietà selvatiche