Varietà domesticate

Sigaretta di Bergamo. Come un sigaro sottile

La pianta, a ciclo
tardivo, è vigorosa
e produttiva.
Frutti penduli e
lunghi fino a 12 cm,
con molti semi.
Dolci, o, poco piccanti

Appartenente ai Capsicum annuum, proviene dalla Lombardia. Conosciuto anche col nome di Dolce di Bergamo e con i nomi locali di Corna di capra o Corna di montone. Il suo nome fa riferimento alla sua forma simile a quella di un lungo sigaro sottile e la sua città di origine italiana, Bergamo. La pianta, a ciclo tardivo, è molto vigorosa e produttiva. Può raggiungere 1 mt di altezza e 70 cm in larghezza. Le foglie sono piccole ed ovali, di colore verde scuro. Fiori bianchi. I frutti sono penduli, con l’apice acuminato sottile ed allungato, spesso leggermente incurvati, ad apice acuminato e ristretto. Hanno la polpa fine, superficie liscia e lucida. Raggiungono 12 cm in lunghezza 2 cm in larghezza. Il colore verde lucente iniziale, vira verde all’arancione bruno, poi al rosso brillante a maturazione. Contengono molti semi. Si consumano freschi in insalata o fritti. Si conservano sottaceto e  sottoli. Sono adatti per il decapaggio e per l’essiccazione. E’ importante raccoglierli quando sono ancora totalmente di colore verde intenso, perché quando sono rossi hanno un sapore amaro. Sono generalmente dolci, privi di capsaicina, alcuni hanno piccantezza mite, 0-250 SHU.

 

Sigaretta di Bergamo - Capsicum Annuum

Capsicum annuum

Capsicum baccatum

Capsicum chinense

Capsicum frutescens

Capsicum pubescens