Accademia Italiana del Peperoncino

ACCADEMIA ITALIANA
DEL PEPERONCINO

Carrello vuoto

Carrello vuoto

Peperoncino

Varietà domesticate


Frutti carnosi e poco piccanti. Ottimi se fritti

Pimiento de Padrón. Ribattezzato Pimiento de Herbón

Un Capsicum annuum meno famoso del Pimiento del piquillo di Lodosa, diffuso in Galizia regione della Spagna. Importato dalle Americhe da monaci francescani, arrivò tra il XVI ed il XVII secolo al Convento di San Francisco ad Herbón, villaggio adiacente a Padron, da cui prese il nome. Gradualmente adattato al clima della Galizia, è divenuto di dimensioni più piccole ed ha acquisito il suo caratteristico sapore. Con decreto del Consejería de Medio Rural, Pesca y Alimentación, il 1 luglio 2009 ha ottenuto la certificazione DOP. La sua iscrizione al registro delle DOP viene ufficializzata da apposita Commissione n.700/2010 del 4 agosto 2010 e viene ribattezzato Pimiento de Herbón dal Consejo Regulador Provisional, organismo che ne certifica il disciplinare di produzione. Pianta dal portamento ad alberello di altezza 60-70 cm e larghezza 50-60 cm. Precocità medio-tardiva. Frutti tronco-conici, penduli o parzialmente penduli, di colore verde-oliva, verde-giallastro a rosso sulla stessa pianta, in funzione del grado di maturazione. Lunghezza 5-10 cm e larghezza 2,5-3,5 cm. Adatti ad essere arrostiti, sono ottimi fritti. Imprevedibili, possono essere a volte dolci e a volte piccanti. Da qui il detto locale Los pimientos de Padrón, unos pican y otros no. Piccantezza da assente a lieve, 0-2.500 SHU.

Pimiento de Padrón

Altre varietà domesticate