Accademia Italiana del Peperoncino

ACCADEMIA ITALIANA
DEL PEPERONCINO ONLUS

Carrello vuoto

Carrello vuoto

Accademia

Festival della canzone, Sanremo diventa piccante
Sanremo-2017

Piatti piccanti al Festival della canzone italiana. Otto ristoranti di Sanremo presentano le loro "specialità infuocate" nelle cinque giornate della kermesse canora.
L'iniziativa, promossa dall'Accademia del peperoncino, ha la finalità dichiarata di promuovere la cultura piccante e il peperoncino made in Calabria.
Gli chef presentano le loro specialità piccante e a tutti i consumatori viene regalato una confezione di Diavolillo Diamante il peperoncino che a Settembre viene utilizzato per il Campionato italiano dei mangiatori in programma durante il Peperoncino Festival.
Il Ristorante Le quattro stagioni prepara i Tagliolini con vongole veraci, cime di rapa e peperoncino. In Via Trento e Trieste dal Pirata ci sono Gamberoni piccanti con carciofi. Alla Trattoria Da Tino lo chef prepara Linguine roventi al ragù peccaminoso di stoccafisso, gli amanti della carne al Ristorante Too hot chili trovano le Costolette piccanti in fantasia di erbe. Al Molo di ponente del porto vecchio al Ristorante La lanterna c'è un delizioso Antipasto di moscardini, carciofi e peperoncino. In Via Nino Bixio al Ristorante Tortuga lo chef prepara Mezze maniche al peperoncino con carciofi di Poggio e calamaretti. Il peperoncino si sposa col cedro, il melone e la barbabietola al Ristorante Cafepermare in uno strepitoso piatto di palamita. Si ispirano invece alla tradizione di Pantelleria gli Spaghetti alla pantesca del Ristorante Chicco e Rosa in Via Gaudio.
L'iniziativa, curata dallo chef Fulvio Bordogna, si ripete da quindici anni nelle cinque giornate del Festival e riscuote ogni anno grande successo.

I Ristoranti, gli chef e i piatti

Ristorante Tortuga
Chef Teresa Oliva

tortuga

Mezze maniche al peperoncino con carciofi di Poggio e calamaretti

300g di mezze maniche, 300g di carciofi puliti e tagliati a spicchietti, 300g di calamaretti puliti, uno spicchio d'aglio, un peperoncino Diavolillo Diamante, 200g di pomodoro fresco tagliato a dadini, olive taggiasche, olio extra vergine di oliva

Saltare velocemente in padella i carciofi il peperoncino, aglio e olio con i calamaretti, aggiungere il pomodoro e le olive, saltare la pasta per un minuto e servire caldo.

Ristorante Too hot chili
Chef Gian Antonio Blancardi

too hot chili

Costolette piccanti in fantasia di erbe

12 costolette di agnello, 2 peperoncini calabresi ,1 ciuffo di prezzemolo, 4 rametti di cerfoglio, 10 fili di erba cipollina, 5 foglie di dragoncello, Un poco di burro, Pochi cucchiai di olio extravergine di oliva, 1/2 bicchiere di vino bianco, un mestolino di brodo, un cucchiaino di maizena.

Far cuocere le costolette in una padella con poco burro e 2-3 cucchiai di olio. Toglierle dal recipiente, cospargerle di sale e pepe e tenerle in caldo. Amalgamare il burro molto morbido alla maizena e formare una pallina. Versare nel fondo di cottura il vino e il brodo e far restringere a bollore vivace. Legare la salsa aggiungendo il burro lavorato con la maizena. Mescolare bene fino a raggiungere nuovamente il bollore. Unire tutte le erbe tritate, mescolare, quindi spegnere il fuoco. Far insaporire le costolette nella salsa per alcuni minuti e servire.

Ristorante La lanterna
Chef Daniele Martorello

lanterna03

Antipasto di moscardini, carciofi e peperoncino

300g di moscardini puliti, 300g di carciofi di Sanremo affettati, 1 peperoncino Diavolicchio Diamante, aglio, olio extra vergine di oliva, prezzemolo.

Padellare i moscardini con aglio, olio e peperoncino, aggiungere i carciofi trifolati in precedenza; servire caldo su crostoni di pane abbrustolito.

Ristorante Il Pirata
Chef Alfonso di Stasi

pirata

Gamberoni piccanti con carciofi

Gamberoni, carciofi, olio extra vergine di oliva, uno spicchio d'aglio in camicia, semi di finocchio, peperoncino, pomodorini, cognac, vino bianco, prezzemolo.

Rosolare in olio l'aglio, i semi di finocchio, il peperoncino e mettere i gamberoni, bagnare col cognac e flambare, spegnere con un po' di vino bianco, aggiungere i pomodorini e poco dopo i carciofi finemente affettati, un poco di brodo di pesce e prezzemolo, servire caldissimi.

Trattoria da Tino
Chef Muratori Luigi

tino

Linguine roventi al ragù "peccaminoso" di stoccafisso

Mezzoo chilo di stoccafisso (ventresche), 400g di salsa di pomodoro, una manciate di olive nere, basilico, mezza cipolla, 1 peperoncino fresco, olio, sale, vino bianco

Soffriggere il olio la cipolla finemente tritata, aggiungere lo stoccafisso e poi sfumare con un bicchiere di vino bianco; mettere la salsa, le olive, il basilico tritato e il peperoncino, salare e cuocere per due minuti. Saltare nel sugo ottenuto le linguine scolate al dente.

Ristorante Chicco & Rosa
Chicco Patrone

chicco rosa

Spaghetti alla pantesca

300g di spaghetti, 200g di dadolata di pesce spada, 200g di concassè di pomodoro fresco spellato e privato dei semi, 50g di capperi salati ben sciacquati, 300g di vongole veraci spurgate, due peperoncini freschi, prezzemolo, vino bianco, aglio, olio extra vergine di oliva, un mestolo di brodo di pesce.

Tritare prezzemolo, aglio e peperoncino, in una padella con abbondante olio dorare il trito, mettere le vongole e sfumare col vino coprire e aspettare che le vongole siano aperte quindi aggiungere il pomodoro, lo spada e un mestolino di brodo di pesce e ridurre. Scolare gli spaghetti molto al dente e finire la cottura in padella col sugo.

Ristorante Cafè Per Mare
Chef Luca Lanzafame

permare01

Palamita marinata al cedro e melone con infusione di barbabietola e peperoncino

Marinare 300g di palamita con 50g di martini bianco, ghiaccio q.b., aceto 50g.
Fare un'insalata concassè con 20g di cedro, 150g di melone, 5g di menta, 50g di sedano, olio extra vergine di oliva, 5g di cipolla rossa.
Fare un'infusione con 150g di barbabietola, 5g di peperoncino, 100g di olio extra vergine di oliva, 30g di acqua, sale.

Con un coppa pasta sistemare al centro del piatto l'insalata che dovrà restare ben ferma e alta almeno tre/quattro centimetri, poggiarvi sopra un pezzo di polpa di palamita marinata e scottata in padella della dimensione adeguata, guarnire con gocce di infusione che risulterà di un bel rosso brillante.

Ristorante 4 stagioni
Chef Mohammed Souidi

4stagioni02

Tagliolini vongole e cime di rapa

300g di tagliolini di Campomorone, due spicchi d'aglio, olio extra vergine d'oliva, 400g di cime di rapa sbollentate, 300g di vongole veraci, peperoncino fresco.

Saltare in olio e aglio le cime di rapa e il peperoncino quindi aggiungere le vongole, ben spurgate, e farle aprire; cuocere molto la dente i tagliolini e saltarli nella padella della sugo con un poco della loro acqua di cottura. Servire caldissimo.